La coppia: routine o quotidianità?

Nella vita ci sono un sacco di colori e di sfumature ma oggi vorrei parlare di due estremi, il bianco e il nero.

Ci sono tanti modi di vedere e vivere la coppia, ci sono profonde differenze e una delle differenze più evidenti per me è tra la parola routine e la parola quotidianità.

Ci sono persone per cui stare insieme da tanti anni è diventato routine, e di solito a questa parola vengono aggiunti dei rafforzativi tipo noia, piattume, mancanza di stimoli.

Ci sono persone per cui stare insieme da tanti anni è quotidianità, ogni giorno una conferma e allo stesso tempo una scoperta.

Nella mia mente ci sono due immagini: c’è chi vive la coppia come una escursione in montagna, alla fine è bello raggiungere la cima ma non importa neanche se la cima viene raggiunta, perché la cosa più bella è il percorso, passo dopo passo, paesaggio dopo paesaggio, si sale, si mangia qualcosa, si chiacchiera mentre si cammina… invece c’è chi vive la coppia come se abitassero al decimo piano di una casa con l’ascensore rotto, magari dovendo trasportare passeggini e borse della spesa, solo una grande fatica per non raggiungere nulla.

Mi chiedo se tutte le storie d’amore iniziano come escursioni e come mai invece molte proseguono come se fossero della scale da fare con fatica, mi chiedo come mai la quotidianità diventa routine, mi chiedo se sono condizioni immutabili o fluide. E mi chiedo perché non aggiustare l’ascensore oppure perché non trovare una casa al piano terra?

Quando sento parlare di routine, quando il rapporto viene descritto come scontato, noioso, piatto, senza più condivisione, senza più dialogo, senza più intimità (non solo fisica ma anche emotiva) provo a immaginarmi come deve essere vivere così e mi viene una grande tristezza. D’impulso mi viene da dire “ma cavolo, fai qualcosa per cambiare questa routine” ma poi penso che è facile dall’esterno, ognuno ha il suo percorso e la sua vita e le cose non sono mai facili come si vedono da fuori.

E penso alla parola quotidianità che a me piace molto, e forse la uso con un significato tutto personale, per me è l’unione di tante cose belle: ogni giorno è una conferma, ci sono cose che si ripetono, ci sono espressioni e gesti conosciuti, c’è quel senso di calore che ti circonda, ma ogni giorno è anche scoperta, una risata diversa, una parola nuova, una scintilla ancora non vista che ti chiedi come mai non avevi visto prima, è bello avere al proprio fianco una certezza ancora tutta da scoprire.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *