Che sapore ha la normalità

SCENA 1 (Interno – Pizzeria): Pizzeria carina con un posticino per i bambini, un angolo con un tavolino, qualche piccola sedia, libri e giocattoli. Ci sono seduti due bambini, circa 6 anni, il maschietto sfoglia un libro e la femminuccia mette in fila dei pelouche, chiacchierano e sorridono. A qualche metro di distanza due adulti sono seduti a un tavolo, chiacchierano e sorridono, a turno danno un occhio ai bambini senza farsi vedere. Arriva la pizza, la mamma chiama i bimbi, con tono di voce normale: “dai che è arrivata la pizza, venite a mangiare”. I due bambini si alzano, mettono a posto i giochi e si siedono a mangiare la pizza. I quattro mangiano, chiacchierano e sorridono.

Il Supercinico non ci crede, comincia a indagare, deve esserci il trucco: o in pubblico questi recitano alla famiglia felice oppure i bambini hanno qualche strana malattia… niente da fare… le indagini dicono che sono semplicemente una normalissima famiglia.

SCENA 2 (Esterno – Parco): L’operaio sta tagliando l’erba, gli cade l’occhio su quella coppia, i due stanno chiacchierando, si abbracciano, sorridono, si baciano, si tengono per mano. L’operaio si sposta e guarda meglio, li aveva presi per due ragazzini ma invece sono due adulti, che strano. Rimane a guardarli mentre i due si danno un ultimo bacio, si sorridono e si separano, l’uomo va verso la strada e la donna rimane al parco. L’operaio sorride.

Il Supercinico non ci crede, comincia a indagare, deve esserci il trucco: o quei due sono amanti oppure stanno assieme da pochissimo oppure hanno qualche strana malattia… niente da fare… le indagini dicono che sono semplicemente una normalissima coppia sposata da 25 anni.

SCENA 3 (Interno – Ristorante): Il ragazzo si avvicina alla cassa, comunica il numero del tavolo e il cassiere gli risponde che sono 27 euro. Il ragazzo ci pensa un attimo e dice al cassiere che ci deve essere un errore. Il cassiere insiste sui 27 euro. Il ragazzo gli fa notare che solo il suo secondo costava 19 euro. Il cassiere controlla e dice che ha fatto confusione con il tavolo, sono 53 euro. Il ragazzo paga e esce.

Il Supercinico non ci crede, comincia a indagare, deve esserci il trucco: quel ragazzo è uno sciocco oppure ha qualche secondo fine… niente da fare… le indagini dicono che è semplicemente una normalissima persona onesta.

SCENA 4 (Esterno – Strada innevata): Il ragazzo sta guidando, ormai la strada è bianca, è una bellissima nevicata anche se le macchine fanno fatica a salire. Una macchina è ferma in mezzo alla strada, una ragazza sta guardano con rassegnazione le catene che hanno in mano. Le altre macchine suonano e superano. Lui si ferma, prende le catene, vede che non sono le catene adatte a quella macchina, apre il suo bagagliaio, prende le sue catene e le monta sull’altra macchina e da a quella ragazza l’indirizzo per riportargli le catene. E due giorni dopo le catene sono di nuovo nella sua auto.

Il Supercinico non ci crede, comincia a indagare, deve esserci il trucco: quel ragazzo ha sicuramente qualche interesse per la ragazza oppure è molto sciocco… niente da fare… le indagini dicono che è semplicemente una normalissima persona generosa e civile.

SCENA 5 (Esterno – Expo): La gente è in fila, ci sono file lunghissime, si aspetta con più o meno pazienza. Un ragazzo fa finta di niente e si intrufola nella fila. Un altro ragazzo lo vede e gli dice di mettersi in fondo. Il primo ragazzo vuole fare il furbo, dice che lui era lì da prima, ma il secondo ragazzo insiste. Nasce una discussione, si alzano toni e voci. Il secondo ragazzo insiste molto sul discorso educazione e rispetto. Il primo ragazzo non cede e vuole avere ragione, tanto sa che nessun altro interverrà. E invece si alzano altre voci, tante persone che lo hanno visto saltare la fila, gli urlano di mettersi in coda come tutti gli altri, di rispettare le regole e le persone. E il primo ragazzo esce dalla fila a testa bassa.

Il Supercinico non ci crede, comincia a indagare, deve esserci il trucco: quelle persone devono aver avuto un qualche motivo per intervenire… niente da fare… le indagini dicono che quelle persone hanno semplicemente rimarcato un principio di civiltà e rispetto.

Potrei continuare… a volte sono io il Supercinico… a volte trovo anche io strane tutte queste scene… sarà che anche io sto perdendo il buon sapore che dovrebbe avere la normalità…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *