Paura d’amare

Sembra impossibile perché ormai da over tutte le sventure ci sono arrivate con gli anni, si chiamano “esperienze”, …beh io le chiamo “sciagure”… e quante! Altro che avere delle fobie con quello che hai dovuto superare diventano dei macigni che ti devi sobbarcare sulle spalle.

Con l’età anagrafica (perché quella c’è, anche se ti senti più giovane e forse a volte ti comporti ancora come una ragazzina) di cavolate ne abbiamo fatte tante, dagli amori sbagliati da ragazzina a quello madornale della separazione da donna, il passo più doloroso perché si spezza tutto, il tuo castello crolla, anche se nell’amore ci credevi e mai avresti pensato potesse capitare proprio a te.

Ascoltavi i racconti degli altri e dentro di te pensavi “ma ci vuole comprensione, venirsi incontro, capirsi e, cosa più difficile, accettare l’altro con tutti i suoi difetti”.

A parole è facile, ma a fatti no. E infatti è stato impossibile, almeno per me. Arrivi al punto che non sopporti più nulla, forse sei cambiata tu o meglio ti dici “ma perché devo sempre essere io quella che deve comprendere? Quando succederà che sia lui a mettersi nei miei panni, e capire come mi sento o perché accetto tutto, perché non obietto?”

Ormai dopo tante tante parole da me dette e da lui mai ascoltate, ero stanca di ripetere, di spiegargli le cose… anche fargli capire che, il fatto d’amare lui non equivale ad annullarsi come donna e che ti aspettavi altro, molto altro da quella che ritenevi la tua storia d’amore.

Prima mi sentivo immune da tutto, ero sposata, a posto insomma, ma quando è finita, quando i tuoi silenzi  ti tengono sveglia tutta la notte pensando “ma perché non cambia?”, “mi amerà ancora?”, o peggio  “lo amo ancora?”

Quando hai la risposta ed è quella definitiva, ti dici “ora basta non ne posso più di dare senza ricevere mai nulla in cambio, ora dico basta!!!

Da quel momento in poi la tua vita cambia, ti ritrovi in una casa vuota, un lettone vuoto, una vita vuota. Ma poi il tempo passa e sai che devi ripartire, pensi “ora sono più forte di prima, non posso certo avere paura di tutto come farebbe un bimbo che teme il buio”, ti dici “dai, al di là dell’oscurità non c’è un mostro, e con un piccola lucina posso sconfiggere il nulla e la paura.

Ora da over 40 sto pensando che devo smettere di avere paura di incontrare un altro amore, non devo pensare “e se poi va male” bensì “e se poi va bene”, tornare ad essere amata, trovare quello che ride insieme a me, che mi coinvolga e mi voglia nella sua vita, non per brevi incontri ma per molto molto tempo, devo accendere quella lucina e dirmi che al di là non esiste un mostro e se pure ci fosse, ora potrei anche vincerlo perché non sono più sprovveduta come un tempo, so quello che cerco o meglio cosa voglio.

Forse ho trovato quel coraggio che non avevo più, mi rimetto in gioco e spero che stavolta non vada male, anzi non voglio neanche pensare come andrà, intanto ci provo!

Finalmente muovo i miei primi passi dopo quel capitombolo che è stato il mio matrimonio, ora mi rialzo e cammino… anzi, meglio che corra, ora sono una over 40, non devo più starci a pensare, ma devo vivere anche per amare… io ci provo… ora sono pronta!!!!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *